7design

5 validi motivi per trasformare la vasca in doccia — e come ricevere preventivi convenienti

Installare una nuova doccia è il modo più semplice per ammodernare un bagno. I motivi per cui tanti italiani hanno preferito togliere la vecchia vasca e mettere una doccia sono più o meno questi:

1. per comodità e sicurezza: una doccia è molto più agevole per entrarvi e uscirvi, evitando le possibili cadute

2. per evitare gli sprechi: una doccia consuma meno acqua, facendoti risparmiare denaro

3. per evitare perdite di tempo: la doccia non deve essere riempita, facendoti risparmiare tempo

4. per sfruttare meglio gli spazi: togliendo la vasca e mettendo una doccia puoi ricavare nuovi spazi, per mettere ad esempio una lavatrice, un'asciugatrice o un mobiletto

5. per soddisfare alcune esigenze specifiche: la doccia si presta ad aggiungere funzionalità particolari, come sedute o trattamenti benessere.

Sostituire la vasca

Se la vecchia vasca è diventata scomoda, antiestetica o semplicemente inadatta alle tue esigenze, probabilmente è giunto il momento di cambiarla e passare ai vantaggi di una doccia moderna.

Come scegliere la doccia più adatta

Il primo passo importante è farti un'idea sul tipo di doccia che desideri.

Il consulente dell'azienda installatrice ti aiuterà nel definire caratteristiche e funzionalità più adatte ai tuoi ambienti e alle tue specifiche esigenze. Tuttavia, prima di parlarci, è bene che tu abbia le idee abbastanza chiare su opportunità, prezzi d'esempio e incentivi.

1. La doccia pratica

La doccia pratica

In tanti dalla propria doccia vogliono prima di tutto praticità. Una doccia che duri a lungo, per tutelare l'investimento; ma che sia anche comoda, facile da pulire e con costi di manutenzione pressoché nulli.

In una doccia pratica il piatto, oltre a essere antiscivolo, potrà essere antibatterico. Sono disponibili soluzioni antimuffa e antimacchia.

Nella scelta tra acrilico, vetro o cristallo, il vetro temperato trasparente è la scelta spesso apprezzata. Alcuni preferiscono l'opzione del nanotrattamento anti-calcare, per evitare perdite di tempo in pulizia e manutenzione.

Nei bagni più piccoli l'apertura potrà essere scorrevole o a soffietto; nei bagni più grandi potrai avere l'apertura a battente, col vantaggio che si pulisce più facilmente.

2. La doccia comoda e sicura

La doccia comoda

Una doccia comoda e sicura è il primo miglioramento che si fa in casa in vista di una vecchiaia serena, da trascorrere nell'ambiente a cui più si è abituati. Non solo, questo tipo di doccia può essere adatta anche ai bambini.

Quando la sicurezza è il principale criterio di scelta, al posto del vetro o dell'acrilico potresti preferire il cristallo temperato di sicurezza perché, in caso di accidentali urti e rotture, si frantuma in parti smussate e arrotondate che non portano pericolo di tagli.

Una funzionalità tipica della doccia sicura è l'aggiunta di sedute o maniglie. C'è chi preferisce la seduta in muratura perché esteticamente assai gradevole — ad esempio se rivestita in mosaico.

Chi non volesse la scomodità di aprire e chiudere le porte della cabina doccia può scegliere la soluzione walk-in, senza porte ma con una parete sempre aperta dove entrare. C'è chi dice che lo svantaggio di questa soluzione sia la fuoriuscita di schizzi d'acqua, tuttavia è un inconveniente ridotto al minimo quando l'ambiente doccia è sufficientemente ampio.

Una particolare cura verrà posta nella scelta del piatto antiscivolo.

3. La doccia benessere

La doccia benessere

Molti italiani, quando tornano a casa dopo una dura giornata lavorativa, desiderano trovare una doccia che li aiuti ad eliminare lo stress e ricaricare le energie. Se ti riconosci tra questi, allora la doccia benessere è probabilmente il tipo più adatto a te.

In particolare potresti aprezzare una cabina doccia multi-funzione con il bagno turco, l'aromaterapia, la cromoterapia, l'idroterapia o la musicoterapia.

Nel bagno turco la temperatura è regolata tra i 35 e i 50 gradi, con aria umida. Aiuta a ridurre lo stress, rafforzare il sistema immunitario e favorire la circolazione.

L'aromaterapia sfrutta i benefici degli oli essenziali per portarti benessere psico-fisico, riducendo ansia e tensioni.

La cromoterapia sfrutta gli effetti della luce sul nostro stato d'animo. Ad esempio, potrai impostare il programma rigenerante oppure quello rilassante.

L'idroterapia sfrutta i getti di acqua calda e fredda per aiutare il rafforzamento di vene e capillari. Viene preferita da chi desidera migliorare la circolazione del sangue e rassodare i tessuti.

La musicoterapia sfrutta il potere terapeutico della musica per aiutarti a raggiungere il miglior equilibrio psico-fisico.

Quali sono prezzi d'esempio e incentivi

Prezzi e incentivi

Per un tradizionale intervento di trasformazione vasca in doccia puoi aspettarti di spendere dai 2 ai 4mila euro — materiali, opere impiantistiche e smaltimento inclusi, per un lavoro chiavi in mano tipicamente effettuato in giornata.

Per chi preferisse il pagamento dilazionato ci sono aziende che offrono pagamenti rateali a partire da 30 euro al mese.

Per abbattere i costi, il principale incentivo è la detrazione per le ristrutturazioni, attualmente al 50%. Tra l'altro dal 2020 il credito fiscale può essere ceduto alle banche, con un immediato beneficio di liquidità.

Se desideri installare una doccia di lusso con caratteristiche particolari, puoi aspettarti una spesa dai 5mila euro in su.

Ci sono poi interventi più semplici di installazione doccia che possono costare attorno ai mille euro, ma che da soli potrebbero trovare maggiori difficoltà a ricadere nel bonus detrazione 50%.

Come accedere agli incentivi

Come sfruttare gli incentivi

In teoria un semplice lavoro di trasformazione vasca in doccia non ricadrebbe nella detrazione 50% perché da solo non sarebbe manutenzione straordinaria.

Tuttavia bastano poche modifiche, come ad esempio il rifacimento di alcune tubature o la creazione di una parete, affinché l'intervento possa considerarsi manutenzione straordinaria e ti offra accesso al bonus.

Il consiglio dell'esperto dell'azienda installatrice può rivelarsi fondamentale per definire il tipo di lavoro che nel tuo caso specifico garantirà l'accesso alla detrazione, con relativo abbattimento dei costi.

Due modi per scoprire la soluzione più adatta

1. Puoi iniziare con il sopralluogo del tuo bagno, gratuito e senza impegno, che ti permette di abbreviare i tempi. Il tecnico potrà indicarti subito una panoramica delle soluzioni, quali funzionalità e modelli doccia sono più indicati e le eventuali modalità di accesso agli incentivi.

2. Oppure puoi iniziare parlando al telefono con un tecnico, per spiegargli le tue esigenze e capire le possibili soluzioni. In alcuni casi sarà possibile effettuare il sopralluogo virtuale, ad esempio in videochiamata, per mostrare le caratteristiche del tuo bagno.

Installarla adesso o aspettare ancora?

Mantenere la vecchia vasca costituisce un costo, perché consuma più acqua e mette a rischio la tua sicurezza. Installare una doccia nuova, adatta alle tue esigenze, ti aiuta a iniziare al meglio la giornata o a rintemprarti quando torni a casa la sera.

La detrazione 50%, che attualmente abbatte il costo della sostituzione, è disponibile adesso — agendo con intelligenza — ma non è detto lo sia tra qualche mese.

Il lavoro di trasformazione da vasca a doccia quasi sempre richiede meno di una giornata. Gli operai arriveranno la mattina e la tua nuova doccia sarà disponibile già al pomeriggio, in un bagno pulito e con il materiale di scarto già portato via per lo smaltimento.

Confronta più preventivi e risparmia

Per trovare la miglior soluzione doccia e risparmiare, il consiglio è quello di confrontare più preventivi da aziende specializzate, in gara tra loro sul prezzo e sulla bontà della soluzione proposta.

Rispondi alle domande seguenti. Riceverai gratuitamente e senza impegno fino a tre preventivi da aziende specializzate, che faranno a gara tra loro per proporti la migliore offerta chiavi in mano per la tua nuova doccia:

Rispettiamo la tua privacy e proteggiamo i tuoi dati personali in conformità al GDPR.

Subito dopo aver compilato il modulo, riceverai accesso all'articolo “Le 7 domande da fare prima di acquistare la tua doccia nuova”.

© Venice Marketing srl